ADA Lombardia deve acquistare , ampliare e comunicare agli Associati e ai Direttori d’Albergo non ancora associati che la sua natura e la sua ragion d’essere sarà una proposta articolata riassunta con il termine “luogo di servizio”. 
Nata nel 1955 come associazione che riportava al consesso amicale, apartitico, riconoscitivo e identitario, non può più procrastinare un profondo cambiamento e deve affrontare passaggi obbligati ed obbligatori.
Passaggio obbligato in quanto le necessità di riconoscibilità, le esigenze , i bisogni  degli associati sono fortemente cambiate negli anni, così come è cambiato fortemente il ruolo del professionista dell’ospitalità posto ai vertici apicali dell’azienda alberghiera
Passaggio obbligatorio in quanto la decrescenza progressiva del numero degli iscritti ed una base residua associativa poco reattiva, comunicano ai vertici una situazione di quasi irreversibile disaffezione all’istituto ADA, e una disillusa percezione della necessità di persistenza dello stesso Istituto.

Il Presidente 
Maurizio Faroldi

 
SITO IN COSTRUZIONE 
  Site Map